Film

Giovedì 13 agosto

ore 23.00

Il nome del mio assassino

Regia di Chris Sivertson con Lindsay Lohan, Julia Ormond, Neal McDonough, Brian Geraghty, Bonnie Aarons. Drammatico, 105′, USA, 2007.
Aubrey, una bellissima ragazza, viene rapita e torturata per giorni da un serial killer. Quando finalmente riesce a sfuggire al suo aguzzino, viene ritrovata ai bordi di una strada e portata in ospedale. Una volta sveglia. Una volta sveglia, asserisce di chiamarsi Dakota e non riconosce nè la sua famiglia nè i suoi amici…Tutti pensano soffra di stress post-traumatico.

Venerdì 14 agosto

ore 23.00

Lo strano vizio della signora Wardh

Regia di Sergio Martino con George Hilton, Edwige Fenech, Ivan Rassimov, Conchita Airoldi, Manuel Gil, Brizio Montinaro. Giallo, 90′, Italia, 1971.
La Fenech fa la bella signora smaniosa. Tanto smaniosa quanto sfortunata nella scelta dei partner. Il marito la trascura e l’amante Jean è un fior di pervertito. Ci sarebbe un giovanotto, George, che sembra un compagno più adatto. Le sue speranze sono però deluse: Jean continua a terrorizzarla, sino a condurla alle soglie della follia. Mentre George si reca a cercare un dottore per calmare Julie, Jean si introduce in casa di costei e, dopo averla rinchiusa…

Sabato 15 agosto

ore 23.00

Ruslan

Regia di Jeff King con Steven Seagal, Dmitry Chepovetsky, Igor Jijikine, Robert Wisden, Inna Korobkina. Thriller, 98′, USA/Canada, 2009.
Ruslan Drachev è un ex diplomatico russo, ora scrittore di romanzi thriller. Un giorno viene contattato dalla ex-moglie che gli annuncia l’imminente matrimonio della loro figlia. Ruslan fa ritorno così nel New Jersey scoprendo che il promesso sposo altri non è che il figlio di Mikhail Abramov, uno spietato boss della mafia.

Domenica 16 agosto

ore 23.00

Il re della mala

Regia di Jürgen Roland con Henry Silva, Herbert Fleischmann, Patrizia Gori, Horst Janson. Drammatico ,92′, Italia, 1972.
Tra Werner, re della mala amburghese e Luck, mafioso fuggito dagli Usa, scoppia la guerra. L’americano vorrebbe quasi spodestare il tedesco ma ad impedire ai due di compiere atti irreparabili c’è la storia d’amore dei loro figli Eric e Silvia.

Condividi